Skip to main content

Non più solo Milano: flexible office e modern workplace si espandono

A un anno dalla partnership tra il colosso degli spazi di lavoro flessibile IWG e BELL Flex la volontà di ripensare agli spazi di lavoro si fa sempre più stringente, immaginandosi la quotidianità come smart, remote and flexible.

Il mondo del lavoro si è dovuto adeguare, nel biennio 2020-2021, a una metamorfosi: smart, remote e flexible sono i concetti chiave che ormai guidano la catena immobiliare nella ricerca e nella creazione di nuovi ambienti di lavoro all’avanguardia.

3 aggettivi per 3 precise necessità nei workplace del futuro:

  • ripensare modi, tempi e spazi, nel virtuale e nel concreto;
  • adattarsi a esigenze di flessibilità inedite e imprescindibili;
  • offrire soluzioni altrettanto flessibili, che consentano di vivere in serenità, sicurezza e maggiore proficuità riunioni, progetti, momenti di condivisione e di sviluppo. 

Il futuro del mondo del lavoro: le persone nella città “dei 15 minuti”

È diventato fondamentale, per tutte le aziende che hanno affrontato e superato il lockdown comprendere come nel proprio work flow, a fare la differenza non è più l’essere fisicamente presenti, quanto avere cura di chi vive (o viveva) gli spazi quotidianamente e immaginare nuove modalità con le quali portare a termine con successo progetti e incarichi. La prima edizione del report trimestrale Hybrid Work Index (Hwi) di Cisco sottolinea proprio questo: il pilastro di svolta dell’evoluzione del mondo del lavoro, accanto alla tecnologia, sono le persone, e su queste si deve necessariamente investire per proseguire sulla strada del modern workplace, che fa di flessibilità, accessibilità e sicurezza le sue parole chiave.

Il benessere del lavoratore e del suo work-life balance è diventato spinta propulsiva per ipotizzare modi di vivere gli ambienti che gli stanno attorno con efficienza, di tempo e di spazio. La città di Milano sta già facendo suo l’adattamento dello spazio cittadino e delle modalità di condivisione degli ambienti proposte dal modello della “città dei 15 minuti”, il progetto di mobilità sostenibile lanciato dallo scienziato Carlos Moreno: ripensare l’esperienza urbana, consentendo a chiunque l’accesso a lavoro, cibo, alloggio, salute, educazione, cultura, tempo libero nel raggio di un quarto d’ora a piedi o in bicicletta. Fare dunque della prossimità un elemento strategico, che trova negli spazi di near working e co-working alleati preziosi e già pronti a scendere in campo.

BELL Flex e IWG: progetti per una flessibilità a tutto tondo

Offrire alle persone non edifici a cui adattarsi, bensì luoghi declinati secondo le proprie esigenze: la domanda per spazi di lavoro flessibili è andata crescendo nel corso dell’ultimo anno, e ha coinvolto non più solo le metropoli, ma anche centri cittadini più piccoli e località suburbane. L’ufficio dei sogni è vicino a casa, richiede pochi sforzi di spostamento (a beneficio anche dell’ambiente) e non compromette eccessivamente l’equilibrio tra lavoro e impegni personali: le soluzioni di co-working consentono che questi sogni si facciano più concreti, e lo testimonia l’accordo che BELL Group e la sua divisione dedicata al mondo dei flexible workplaces, BELL Flex, hanno stretto con il colosso globale International Workplace Group (Iwg). Una collaborazione, avviata lo scorso anno, dagli obiettivi ambiziosi: l’apertura di 10 nuovi business center in cinque anni in città strategiche per i piani di espansione delle due società accanto a un’ulteriore opzione di sviluppo per cinque città situate nelle provincie di Milano, Como e Varese, compresa l’area aeroportuale di Malpensa.

In un recente articolo su l’Economy, Cesare Lanti CEO di BELL Group commenta:

«Gli accordi con realtà internazionali come Iwg supportano la nostra organizzazione nel processo di crescita che in questo momento ci vede protagonisti, e, nello specifico, ci offrono l’occasione di interpretare al meglio la nostra mission: essere a 360° una società di servizi nel mondo immobiliare». 

Cesare Lanti CEO di BELL Group

È qui che sta la vera forza di questa partnership: l’unione tra la potente capillarità internazionale di IWG e la sinergia delle divisioni di BELL Group, partner solido ed esperto nel mondo del real estate, per puntare alla costruzione di spazi di lavoro adeguati alle necessità, moderni e da vivere a tutto tondo.