Skip to main content

BELL Project e la logistica del freddo: un nuovo hub di stoccaggio a Casorate Primo

By 5 Aprile 2021Luglio 20th, 2021BELL Projects - News

Dotato di celle frigorifere e circondato da un ampio piazzale per il movimento dei mezzi pesanti, il nuovo edificio sorto in Via Mattei a Casorate Primo è un centro di stoccaggio per merci a bassa temperatura e un nuovo punto di riferimento per la logistica del freddo a Milano.

In un anno di distanziamento sociale e di limitazione degli spostamenti, ciò che non ha mai smesso di muoversi, circolare e spostarsi sono le merci, anche grazie a un boom del commercio on-line registrato a partire dall’emergenza Covid-19. Al passo con le nuove tendenze dei consumatori cresce la richiesta di immobili logistici per la gestione, lo stoccaggio delle merci e la loro distribuzione sul territorio, come sottolinea un recente studio dell’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” (Politecnico di Milano). Tra le diverse tipologie di merci in movimento quelle regolamentate dalla cosiddetta catena del freddo non necessitano solo di automezzi a temperatura controllata (ATP) con precise caratteristiche, ma anche di magazzini frigoriferi dotati di specifici requisiti per la conservazione e lo stoccaggio delle merci surgelate.

Che cos’è la logistica del freddo?

Il sistema logistico che comprende le infrastrutture, le risorse, le strategie operative, le attività organizzative e gestionali che concorrono a mantenere la catena del freddo in ogni fase del ciclo di vita di un prodotto si può raccogliere sotto la definizione specifica di logistica del freddo. Usata in particolare in ambito alimentare e farmaceutico, la logistica del freddo è un sistema complesso atto a conservare la bassa temperatura richiesta dai prodotti surgelati in ogni fase del loro ciclo di vita, dalla produzione allo stoccaggio, fino alla sua consegna al cliente finale, per non alterarne le proprietà organolettiche nel caso degli alimentari o l’efficacia curativa nel caso dei farmaci. I prodotti soggetti a catena del freddo, infatti, devono conservare la loro temperatura in ogni fase del loro ciclo di vita: per questo la logistica del freddo comprende non solo la gestione di ambienti refrigerati per la produzione, ma anche il trasporto delle merci con mezzi di dotati di vani e celle frigorifere che rispettino i protocolli della regolamentazione europea Accord Transport Perissable (ATP), lo stoccaggio e lo smistamento dei prodotti in magazzini a temperatura controllata e infine il posizionamento e la conservazione nei banchi frigoriferi dei punti vendita.

Logistica alimentare: a Milano nuovi spazi in affitto per i surgelati

Proprio in questo settore della logistica del freddo rientra il magazzino sorto in Via Mattei a Casorate Primo (PV), un progetto di BELL Group che coinvolge oltre 12.900 mq di superfice edificata e dotata di celle frigorifere. Sviluppato grazie al team di esperti della divisione BELL Projects, il progetto prevede la costruzione ex novo di un grande edificio rettangolare suddiviso in due scomparti a unico piano fuori terra e dotati di celle frigorifere a bassa temperatura (-28 °C) per il deposito di prodotti alimentari surgelati. E se il lato nord ovest dell’edificio è attrezzato con numerose di baie di carico e scarico, l’ampia area intorno all’immobile è studiate per facilitare la circolazione, le manovre e lo stanziamento dei mezzi pesanti. La natura del magazzino, destinato alla logistica dei surgelati, determina anche precise caratteristiche e scelte di costruzione: ad esempio la ventilazione e l’illuminazione non naturale dei locali, la compartizione con porte in ferro certificate REI 120 e la copertura realizzata con lamiera in acciaio zincato e con pannelli in EPS per la coibentazione.

Completa il progetto una palazzina su due piani dedicata ai servizi connessi alle varie attività che ruotano intorno al nuovo asset logistico: in particolare al primo piano sono collocati gli spogliatoi, i servizi igienici e un refettorio per i lavoratori, mentre al secondo piano ci sono uffici e sale riunioni con pareti insonorizzate attraverso l’utilizzo di materiali fonoassorbenti incorporati nelle pareti e grazie a uno studiato dimensionamento dello spessore dei divisori.

Sostenibilità ambientale e sociale: dal fotovoltaico alla sicurezza sul lavoro

Con l’obiettivo di migliorare sistematicamente i suoi processi produttivi, anche in questo progetto che offre un nuovo asset per la logistica del freddo a Milano, BELL Projects sceglie, dove possibile, soluzioni ecocompatibili: così davanti a un magazzino refrigerato che per sua destinazione d’uso richiederà un grande consumo di energia, la scelta ricade su fonti di energia alternativa attraverso all’installazione un impianto fotovoltaico da 2 MW affidando alle fonti rinnovabili il 70% del fabbisogno, a cui si aggiunge il recupero delle acque reflue e piovane.
E se l’energia fotovoltaica guarda alla sostenibilità ambientale, BELL Group abbraccia anche il concetto di sostenibilità sociale, non solo come rispetto dell’apparato normativo di prevenzione finalizzato l’infortunio sul lavoro, ma come strategia che ponga la salute e il benessere del lavoratore al centro: il progetto di Casorate, infatti, non lascia in secondo piano i sistemi per la prevenzione di incidenti e per il miglioramento dell’ergonomia del lavoro, grazie a un costruito completo delle necessarie vie di fuga e predisposizioni prescritte in tema di igiene, sicurezza e accessibilità.