Skip to main content

Servizi e impronta green: come sarà il mercato immobiliare del futuro

By 15 Novembre 2021Novembre 17th, 2021BELL Group – News

I dati del settimo rapporto sulla filiera dei servizi immobiliari in Europa e in Italia, a cura di Scenari Immobiliari, confermano un rialzo del settore per la fine del 2021.

Nel complesso panorama di un mercato immobiliare segnato dalle ripercussioni globali della pandemia, il settore dei servizi immobiliari ha mostrato non solo di essere in grado di resistere alla crisi, ma addirittura di poter diventare protagonista della ripresa.

I servizi immobiliari trascinano il mercato

Lo confermano i dati raccolti nel settimo “Rapporto sulla filiera dei servizi immobiliari in Europa e in Italia” recentemente realizzato da Scenari Immobiliari. I numeri preannunciano un 2021 pronto a chiudersi in rialzo per il settore dei servizi, che ha perso negli ultimi 18 mesi solo sette punti percentuali di fatturato, a fronte dei dieci dell’intero settore immobiliare. Le stime per la fine del 2021 sono di una crescita fino a quasi 400 miliardi di euro, recuperando così il trend positivo del decennio passato. Guardando agli ultimi vent’anni infatti, al netto della crisi pandemica, il settore servizi ha dato prova della sua capacità di incidere sul reddito nazionale, raddoppiando il suo contributo al pil.

“In una fase di ripartenza di tutti i principali mercati immobiliari – ha dichiarato Mario Breglia, Presidente di Scenari Immobiliari – l’industria dei servizi ha dimostrato di poter reggere l’urto della difficile congiuntura economica globale appena affrontata e già entro la fine di quest’anno si possono prevedere numeri positivi del comparto. Il settore delle “attività immobiliari” ha raddoppiato il suo peso sul pil in questo secolo. Passando dal sette al quattordici per cento. Superando decisamente il mondo delle costruzioni”. 

Il ruolo della sostenibilità e della rigenerazione urbana

Il cambiamento riguarda però anche i contenuti, con una tendenza green ormai confermata e proiettata verso il futuro. “Il lavoro di riqualificazione e di valorizzazione dei beni esistenti è più importante che costruire prodotti nuovi”, ha confermato Breglia. 

Guardando all’edilizia del futuro, la rigenerazione è ormai un tema imprescindibile per assegnare anche agli spazi urbani un ruolo attivo nel contrasto ai cambiamenti climatici, ripensando e riprogettando le funzioni degli spazi in chiave di economia circolare, mobilità sostenibile, valorizzazione delle strutture esistenti contro un eccessivo consumo di suolo. Tra le altre iniziative, da ultimo il neonato laboratorio dell’Università Bocconi il Sur Lab (Sustainable Urban Regeneration), finalizzato a studiare e promuovere la rigenerazione urbana sostenibile.

Per ogni spazio un significato: la riqualificazione urbana di BELL Group

È proprio sulla rivalutazione degli spazi esistenti e nella creazione di nuovo valore e significato a partire da realtà e zone dismesse che si fonda la vision di BELL Group: trovare una soluzione dove c’era una mancanza, assegnando proposte e servizi in risposta a esigenze che vanno oltre il “semplice” cantiere, per una miglior qualità della vita in chiave sostenibile. 

In quest’ottica, si inseriscono i piani di rigenerazione di BELL Group. Tra i più recenti, Eraclito 2, nei pressi dello Scalo Greco, un progetto che combina residenziale e retail, per dare nuova linfa a un intero quartiere milanese. O ancora, il nuovo punto vendita Risparmio Casa di Buccinasco, intervento che ha ridato vita a un’area commerciale dismessa, e la trasformazione dello stabilimento Alemagna di Cornaredo, ormai abbandonato e destinato al degrado, in un innovativo centro per la logistica a servizio del Nord Italia.

Sette divisioni, un solo interlocutore

Tutti i progetti di BELL Group sono seguiti con attenzione, continuità e affidabilità in ognuna delle fasi, ideative o realizzative. Questo grazie alla sinergia tra le sue sette divisioni specializzate, ciascuna delle quali può contare sull’esperienza di un team consolidato di specialisti, sempre in dialogo tra loro e in grado di occuparsi di ogni aspetto dell’intervento immobiliare: BELL Projects, dedicata alla progettazione immobiliare, BELL Contractor, che supporta i clienti nelle fasi esecutive del cantiere, BELL Facilities con i suoi servizi di manutenzione per gli immobili, BELL Sanify che si occupa di pulizia e sanificazione degli ambienti, BELL Events, in grado di offrire numerosi servizi legati alla gestione e organizzazione degli eventi, BELL Property Solutions, una vera e propria filiera di servizi per la messa a reddito o la dismissione di immobili e BELL Flex, specializzata nella creazione di spazi di lavoro in coworking.